tautòfono

sm. [tauto-+-fono]. Test proiettivo proposto nel 1936 dallo psicologo americano B. F. Skinner ed entrato nella pratica clinica soprattutto per merito di D. Shakow e S. Rosenzweig. Consiste nel far ascoltare al soggetto la registrazione di frammenti fonetici, che si presentano come mormorii indistinti. Si dice al soggetto che si tratta invece di frasi dette a bassa voce e gli si chiede di ripeterle. Nell'eseguire questo compito si ritiene che il soggetto “proietti” sul materiale astrutturato elementi legati alla struttura della sua personalità.

Quiz

Mettiti alla prova!

Testa la tua conoscenza e quella dei tuoi amici.

Fai il quiz ora