Discoglosso sardo

Discoglosso-sardo

NOME ITALIANO: Discoglosso sardo

SPECIE: Discoglossus sardus

LUNGHEZZA: 5-8 cm

DISTRIBUZIONE: Sardegna, Corsica, Arcipelago Toscano, Isole Hyères

PHYLUM: Cordati

CLASSE: Anfibi

ORDINE: Anuri

FAMIGLIA: Discoglossidi

GENERE: Discoglossus

Il discoglosso sardo è un anfibio proprio della Sardegna e della Corsica, nonché delle isole di Montecristo, del Giglio e Hyères (di fronte alla Costa Azzurra). Frequenta una grande varietà di ambienti, sia in pianura, in prossimità del mare, sia nelle zone più interne, collinari e montuose fino ai 1700 metri di altitudine. Ha conformazione robusta, capo piuttosto largo e una macchiettatura dorsale scura non troppo marcata che spicca sul fondo verde oliva. Il discoglosso sardo presenta abitudini spiccatamente acquatiche ed è un vorace predatore, soprattutto di insetti, ma anche di piccoli vertebrati, in particolare lucertole di modeste dimensioni. Come tutti i Discoglossidi, ha la lingua a forma di disco, non estroflettibile. La stagione riproduttiva va da febbraio a maggio; il maschio emette canti di richiamo, spesso con il corpo completamente immerso nell’acqua. L’accoppiamento è di breve durata e la femmina depone fino a 1000 uova che si schiudono dopo pochi giorni, liberando girini che crescono rapidamente.