Questo sito contribuisce alla audience di

Azzariti, Gaetano

giurista e politico italiano (Napoli 1881-Roma 1961). Fu capo dell'ufficio legislativo del Ministero di Grazia e Giustizia nel 1919 e, dopo il periodo fascista, nel 1944, partecipò al primo governo Badoglio come ministro di Grazia e Giustizia; fu poi presidente del Tribunale superiore delle acque (1949-51). Nel 1955 fu eletto giudice della Corte Costituzionale e nel 1957 presidente. Tra le opere: Dell'esercizio delle azioni commerciali e della loro durata (1933), Problemi attuali di diritto costituzionale (1952).

Collegamenti