Questo sito contribuisce alla audience di

Becattini, Francésco

storico e poligrafo italiano (Firenze 1740-Livorno dopo il 1820). Autore di numerosissimi scritti di indole storica, alcuni dei quali assai apprezzati ai suoi tempi, esordì a Firenze come giornalista, attività che non abbandonò mai del tutto. La sua prima opera storica fu Annali d'Italia dall'anno di Cristo MDCCL fino all'anno MDCCLXXI (1772), cui seguirono una storia dell'impero di Maria Teresa, una fortunatissima Istoria dell'Inquisizione (1782) e altri scritti minori, fino a una prolissa Istoria generale dell'augustissima casa d'Austria (1786-87), di cui diede anche un'edizione in 11 volumi (1792-95). Delle innumerevoli altre opere si ricordano un libello contro Leopoldo II che Becattini stesso attribuì falsamente a Giuseppe Ramirez, e un'opera enciclopedica, Compendio universale di tutte le scienze e belle arti (1795).

Media


Non sono presenti media correlati