Questo sito contribuisce alla audience di

Blanch, Luigi

militare e storico (Lucera 1784-Napoli 1872). Coinvolto nei moti del 1799 e per questo allontanato dall'Accademia militare, fu riammesso nell'esercito borbonico solo nel 1801. Prigioniero dei Francesi nel 1806 e passato nell'armata del Murat, partecipò alla spedizione di Sicilia (1810) e alle campagne di Russia (1812), Germania (1813) e Italia (1815), raggiungendo il grado di capitano. Rimasto in servizio durante la Restaurazione, fu però costretto a esulare in Francia dopo i fatti del 1821. Ritornato in patria, si dedicò agli studi storici e sociali, scrivendo, tra l'altro, i discorsi Della scienza militare considerata nei suoi rapporti con altre scienze e col sistema sociale (1832-34). Moderato, avverso ai sistemi rivoluzionari, nel 1848 si dimise da deputato e consigliò il ritiro delle truppe napoletane dalla lotta contro gli Austriaci.

Media


Non sono presenti media correlati

Collegamenti