Questo sito contribuisce alla audience di

Boncompagni di Mombèllo, Carlo

uomo politico (Torino 1804-1880). Magistrato piemontese, promotore dell'educazione dei fanciulli e fondatore di asili d'infanzia in cui non disdegnava di insegnare lui stesso, fu ministro della Pubblica Istruzione (1848 e 1852), guardasigilli (1852), presidente della Camera dei deputati (1853-56) e quindi rappresentante del re di Sardegna a Firenze, dove contribuì non poco alla rivoluzione toscana del 27 aprile 1859. Al nome di Boncompagni di Mombello è legata la legge del 4 ottobre 1848 sul riordinamento dell'istruzione, che costituì la prima base della legislazione scolastica italiana. Professore di diritto costituzionale a Torino (dal 1866) e precettore del principe Umberto, fu nominato senatore nel 1874. Tra le opere si ricordano: Introduzione alla scienza del diritto (1848), La Chiesa e lo Stato in Italia. Studi (1866).

Media


Non sono presenti media correlati

Collegamenti