Questo sito contribuisce alla audience di

Cannonièri, Giusèppe Andrèa

patriota e studioso (Villa Santa Caterina di Modena 1795-Genova 1864). Fuggito da Modena nel 1822 dopo un anno di carcere per cospirazione, prese parte ai moti di Roma del 1830-31 e fu nuovamente costretto alla fuga. Trasferitosi a Parigi, fu tra i promotori del giornale L'Esule. Tornato in Italia nel 1848, anno in cui divenne deputato alla Costituente romana, proseguì i suoi studi contribuendo allo sviluppo del movimento operaio italiano.