Questo sito contribuisce alla audience di

Casalini, Armando

uomo politico italiano (Forlì 1883-Roma 1924). Deputato e vicesegretario della Confederazione dei Sindacati Fascisti, fu ucciso nel 1924 da Giovanni Corvi. La sua morte, avvenuta pochi mesi dopo quella di Matteotti, servì ai fascisti per distrarre l'opinione pubblica e per scatenare una serie di reazioni a catena che portarono alla svolta dittatoriale del 3 gennaio 1925.

Collegamenti