Questo sito contribuisce alla audience di

Cipólla, Carlo Marìa

economista e storico italiano (Pavia 1922-2000). Professore di storia economica in vari atenei italiani, tra cui la Scuola Normale Superiore di Pisa, ha insegnato inoltre all'Università di California a Berkeley. Nel 1948 con Studi di storia della moneta: i movimenti dei cambi in Italia dal sec. XIII al sec. XV si è imposto all'attenzione del mondo scientifico. Attratto soprattutto dal primato economico dell'Italia tra il Duecento e il Cinquecento, Cipolla ha esplorato ogni aspetto di questi secoli, dalla demografia all'istruzione, dalla politica monetaria alla tecnologia militare, dandone una sintesi completa in Storia economica dell'Europa preindustriale (1974). Interessato, inoltre, alle problematiche della storia sociale e culturale del mondo mediterraneo e dell'Europa tra il Quattrocento e il Settecento, ha pubblicato sull'argomento numerosi volumi di larga diffusione internazionale, tradotti in diverse lingue. Per la storia monetaria si segnalano: Moneta e civiltà mediterranea (1957); Le avventure della lira (1959); Il fiorino e il quattrino (1982); La moneta a Firenze nel Cinquecento (1987); Il governo della moneta a Firenze e a Milano nei secoli XIV-XVI (1990). Tra i volumi di carattere più generale ricordiamo: Contro un nemico invisibile (1986), Tra due culture: introduzione alla storia economica (1988), Ecologia e condizioni sanitarie in Toscana nel Seicento (1989) e Il burocrate e il marinaio (1992). Ha diretto la Storia economica d'Europa (1979-80), opera in sei volumi.