Questo sito contribuisce alla audience di

Comandini, Federico

patriota italiano (Cesena 1815-1893). Mazziniano, partecipò alle cospirazioni della Romagna e poi fu volontario in Lombardia (1848-49) e durante la Repubblica Romana del 1849. Condannato a morte nel 1855 per aver preso parte ai moti mazziniani del 1853, fu infine graziato nel 1865. Il figlio Alfredo (Faenza 1853-Milano 1923), deputato liberale dal 1892, valido studioso di storia del Risorgimento, ne pubblicò le Memorie (1899). § Il figlio Ubaldo (Cesena 1869-Roma 1925) fu a lungo sindaco di Cesena e dal 1900 deputato e poi ministro senza portafoglio (1916-17). Scrisse, tra l'altro, La crisi della scuola (1908) e Il problema della scuola in Italia (1912).

Media


Non sono presenti media correlati

Collegamenti