Questo sito contribuisce alla audience di

Inno dei lavoratóri

inno ufficiale di tutti i lavoratori, scritto da F. Turati e musicato da Amintore Galli. Commissionato per l'inaugurazione dello stendardo dei “Figli del Lavoro”, fu pubblicato il 23 marzo 1886 nel giornale Fascio operaio ed eseguito per la prima volta il giorno dopo. Il testo è intessuto di frasi attribuite a personaggi interessati al movimento operaio o riferite a momenti particolarmente salienti delle lotte per il lavoro: per esempio la frase “splende il sol dell'avvenir” è attribuita a G. Garibaldi; “il riscatto del lavoro / dei suoi figli opra sarà” è un concetto espresso nel Manifesto della I Internazionale; “o vivremo del lavoro / o pugnando si morrà” fu il motto degli operai di Lione nei moti del 1831.

Media


Non sono presenti media correlati