Questo sito contribuisce alla audience di

Massarènti, Giusèppe

sindacalista italiano (Molinella 1867-Roma 1950). Appassionato organizzatore del movimento socialista di Molinella e della bassa bolognese, fondò una lega di resistenza (1892-93) e tutta una rete di cooperative di braccianti che ebbe grande sviluppo e notevole importanza nella maturazione politica della regione. Sindaco di Molinella dal 1911 al 1914, promosse una serie di agitazioni e di scioperi contadini che sfociarono in disordini che lo costrinsero a dimettersi e a rifugiarsi a San Marino fino al processo del 1919 che lo assolse. Perseguitato e confinato dai fascisti, nel 1937 fu accusato di pazzia e rinchiuso in una casa di cura da dove uscì solo dopo il crollo del regime.

Media


Non sono presenti media correlati

Collegamenti