Questo sito contribuisce alla audience di

Morèlli, Emìlia

storica italiana (Pavia 1913-Roma 1995). Allieva di A. M. Ghisalberti, vinse la cattedra di storia del Risorgimento nel 1955 insegnando a Palermo e dal 1964 all'Università La Sapienza di Roma. A lungo segretaria dell'Istituto per la storia del Risorgimento italiano, ne divenne presidente nel 1984. Tra i suoi numerosi lavori, tutti caratterizzati in senso risorgimentista, segnaliamo: Epistolario di Nino Bixio (1939-54, 4 vol.), Giuseppe Mazzini. Saggi e ricerche (1950), La politica estera di Tommaso Bernetti, segretario di Stato di Gregorio XVI (1953), La sinistra rivoluzionaria da Villafranca ai plebisciti (1966), 1849-1859. I dieci anni che fecero l'Italia (1977), Gli esuli italiani e la società inglese nella prima metà dell'Ottocento (1979), La sinistra: uomini e correnti (1980), Ricasoli e la sinistra rivoluzionaria prima dell'Unità (1981), Giuseppe Garibaldi nel processo unitario (1984), Mazzini. Quasi una biografia (1984). Per onorarne l'impegno scientifico dedicato allo sviluppo dell'Istituto per la storia del Risorgimento italiano, è stata curata l'edizione dei Fondi archivistici del Museo Centrale del Risorgimento (1993), una raccolta di contributi della Morelli pubblicati sulla Rassegna storica del Risorgimento.