Questo sito contribuisce alla audience di

Pónza di San Martino, Gustavo, cónte

uomo politico italiano (Cuneo 1810-Dronero 1876). Intendente a Genova (1848) e membro della delegazione che accolse ufficialmente l'abdicazione di Carlo Alberto a Tolosa (1849), fu ministro dell'Interno (1852-54) nel primo ministero Cavour, commissario del re a Massa e Carrara (1859) e luogotenente a Napoli (1861). Contrario al trasferimento della capitale a Firenze, nel settembre 1870 fu latore a Pio IX della lettera con cui Vittorio Emanuele chiedeva il libero ingresso in Roma delle truppe italiane. Deputato dal 1848, fu nominato senatore nel 1854.

Media


Non sono presenti media correlati