Questo sito contribuisce alla audience di

Pessina, Enrico

giurista penalista italiano (Napoli 1828-1916). Liberale, in contrasto col regime borbonico, fu prima professore a Bologna e poi, dopo la caduta dei Borbone, alto magistrato a Napoli. Dopo l'unificazione fu deputato e ministro di Grazia e Giustizia e principale artefice delle leggi penali approvate nel suo periodo. Esponente della scuola classica del diritto penale, le sue opere hanno influenzato molta parte della scienza penalistica italiana posteriore: Trattato di penalità generale e speciale secondo la legge delle Due Sicilie (1858), Elementi di diritto penale (1882-85), Il diritto penale in Italia da Beccaria fino alla promulgazione del codice vigente (1906).

Media


Non sono presenti media correlati

Collegamenti