Questo sito contribuisce alla audience di

Rava, Luigi

giurista e uomo politico italiano (Ravenna 1860-Roma 1938). Professore di filosofia del diritto alle università di Siena e di Pavia e di scienza dell'amministrazione in quella di Bologna, ricoprì importanti cariche politiche: fu infatti deputato al Parlamento (1890-97 e 1900-19), senatore del Regno (1920), ministro per l'Agricoltura (1903-05), per la Pubblica Istruzione (1906-09) e per le Finanze (1914), vicepresidente della Camera (1915-19), sindaco di Roma (1920-21) e ministro di Stato (1932). Ha lasciato numerosi scritti di storia del Risorgimento e alcuni saggi: La filosofia del diritto nel pensiero italiano (1887), La filosofia civile e giuridica in Italia prima della Rivoluzione francese (1889), La scienza dell'amministrazione nelle sue origini italiane (1898) e Dal codice civile al codice del lavoro (1913).

Media


Non sono presenti media correlati

Collegamenti