Questo sito contribuisce alla audience di

Veil, Simone

donna politica francese (Nizza 1927). Di famiglia ebrea (Jacob), fu deportata in campi di concentramento nazisti. Magistrato dal 1956, segretario generale del Consiglio Superiore della Magistratura (1970-74), come Ministro della Sanità (1974-79) svolse un ruolo determinante nell'approvazione della legge sull'aborto. Eletta al Parlamento Europeo nel 1979 e riconfermata nelle consultazioni del 1984 e 1989, tra il 1979 e il 1982 ha presieduto l'Assemblea di Strasburgo. Nel 1989 ha lasciato la presidenza del gruppo liberal democratico. Dal 1993 al 1995 è stata ministro degli Affari Sociali, della Sanità e dello Sviluppo Urbano. Dal 1998 al 2007 è stata membro del Consiglio Costituzionale e nel 2008 è entrata a far marte dell'Académie française.

Media


Non sono presenti media correlati

Collegamenti