Questo sito contribuisce alla audience di

escursióne

Guarda l'indice

Lessico

sf. [sec. XVI; dal latino excursío-ōnis, da excurrĕre, correre fuori].

1) Anticamente, scorreria, invasione.

2) Gita o passeggiata, per lo più in montagna, effettuata a scopo istruttivo o di divertimento. Per estensione, lo spostarsi di reparti militari da una località all'altra per allenamento o addestramento.

3) Il massimo spostamento dell'indice di uno strumento di misura, o, più in generale, di un pezzo mobile in un dispositivo: per esempio, escursione dello stantuffo di un cilindro.

4) Differenza tra i due valori estremi assunti da una data grandezza fisica in un dato intervallo di tempo.

Meteorologia

Si definisceescursione termica la differenza tra la temperatura massima e minima, in un dato intervallo di tempo (giorno, mese, anno), che si registra su una regione. Per la climatologia risultano particolarmente importanti le escursioni termiche tra le temperature medie del mese più caldo e del mese più freddo, e le escursioni diurne. Le prime vanno crescendo con la latitudine e con la continentalità: in corrispondenza degli oceani l'escursione tra i mesi estremi non supera i 10 °C, mentre all'interno dei continenti e verso i cosiddetti poli del freddo si raggiungono differenze di 40-60 °C. Le escursioni diurne sono notevolmente elevate alle basse latitudini e in particolare nelle regioni tropicali aride, dove per la lunga durata dell'insolazione e la forte irradiazione notturna si hanno variazioni tra il dì e la notte di 25-30 °C.