Questo sito contribuisce alla audience di

solidarietà

sf. [sec. XIX; da solidario].

1) L'essere solidale con gli altri, l'essere concorde con le loro idee e aspirazioni, condividerne le responsabilità: solidarietà fra compagni; solidarietà tra colleghi.

2) Atteggiamento di mutua collaborazione sussistente fra i membri appartenenti a uno stesso sistema o sottosistema sociale.

3) Vincolo che unisce la pluralità dei soggetti di un'obbligazione e che si realizza quando il rapporto è costituito in modo tale che dei più creditori ciascuno abbia la facoltà di riscuotere l'intero come se egli fosse unico creditore, ovvero dei più debitori ciascuno sia tenuto a prestare l'intero come se egli fosse unico debitore; ciascuno dei soggetti è cioè autorizzato a esigere o è tenuto a prestare in solido. La solidarietà si distingue in attiva e in passiva, secondo che la pluralità sia dal lato dei creditori o dal lato dei debitori, e può avere per sua causa o la volontà o la legge. Il principio generale è che essa non si presume mai, ma deve essere o espressamente voluta tramite una dichiarazione di volontà, o esplicitamente imposta dalla legge.

Media


Non sono presenti media correlati