Bagno di Romagna

Indice

comune in provincia di Forlì-Cesena (62 km da Forlì), 462 m s.m., 233,44 km², 6108 ab. (bagnesi), patrono: Maria Santissima Assunta (15 agosto).

Centro esteso nell'alta valle del fiume Savio, compreso nel Parco Nazionale delle Foreste Casentinesi, Monte Falterona, Campigna; sede comunale è San Piero in Bagno. Già abitato dagli Umbri e dai Romani, che vi fondarono Oppidum Balnei, così chiamato forse per le sue acque termali, nel sec. XI fu feudo dei conti Guidi di Modigliana. Nel 1404 passò sotto la giurisdizione di Firenze, ottenendo statuti propri. Occupato dai francesi nel 1799, tornò a Firenze nel 1817.§ L'abbazia di Santa Maria Assunta, eretta nella seconda metà del sec. IX, ridotta alle forme attuali nel sec. XV e restaurata nel sec. XIX, conserva alcune parti dell'originaria costruzione romanica; all'interno sono raccolte opere d'arte dei sec. XIV-XVII. Di origine cinquecentesca è il Palazzo del Capitano mentre del sec. XVIII sono alcuni pregevoli palazzi dell'alta borghesia.§ L'economia è basata in prevalenza sullo sfruttamento delle acque termali con complessi terapeutici, strutture alberghiere, agrituristiche e ricreative ed escursionismo a piedi, a cavallo e in mountain bike su una vasta rete di sentieri. L'agricoltura produce cereali e uva mentre dallo sfruttamento dei boschi provengono legname e funghi. Intenso è l'allevamento bovino. È attivo l'artigianato della pietra serena mentre l'industria opera nei settori dei rimorchi, delle macchine agricole e dell'abbigliamento.

Quiz

Mettiti alla prova!

Testa la tua conoscenza e quella dei tuoi amici.

Fai il quiz ora