Cassano d'Adda

Indice

comune in provincia di Milano (30 km), 133 m s.m., 18,51 km², 16.665 ab. (cassanesi), patrono: Immacolata Concezione (8 dicembre).

Centro situato sull'orlo del ripiano dominante la sponda destra dell'Adda, a monte della derivazione del canale Muzza (tra i più antichi canali d'irrigazione europei). Appartenne alla famiglia D'Adda (1538-49), ai Castaldi, ai Bonelli (1752), per ritornare poi ai D'Adda (1781). Per la sua posizione strategica sul fiume fu coinvolto in numerose battaglie fin dal Medioevo: nel 1158 l'imperatore Federico Barbarossa vi sconfisse i milanesi; nel 1259 Ezzelino da Romano vi venne ferito e catturato da Martino Della Torre; nel 1705 il generale austriaco Eugenio di Savoia vi subì gravissime perdite da parte delle truppe del granduca di Vendôme durante la guerra di successione spagnola; infine nel 1799 il generale francese Moreau vi fu sconfitto dagli austriaci del generale Melas. § Tra i suoi monumenti, oltre al castello Borromeo D'Adda (anteriore al Mille, rimaneggiato più volte nei secoli), sono da ricordare il campanile trecentesco della parrocchiale dell'Immacolata (all'interno della chiesa è un polittico di Bernardino Fasolo del 1516) e alcune ville secentesche e settecentesche, tra cui villa Borromeo (già D'Adda). Si tratta di un imponente edificio progettato a metà Settecento da Francesco Croce e rimaneggiato in chiave neoclassica dal Piermarini nel 1781, cui si deve anche il bel cancello d'ingresso. § L'economia si basa sull'industria, attiva nei comparti tessile (fibre naturali, artificiali e sintetiche, corda e spago), elettrotecnico, meccanico (macchine industriali, aerografi), vetrario, alimentare, della lavorazione della gomma e delle materie plastiche. L'agricoltura produce cereali e foraggi; si pratica l'allevamento bovino e suino. § Vi nacque il calciatore Valentino Mazzola (1919-1949).

Quiz

Mettiti alla prova!

Testa la tua conoscenza e quella dei tuoi amici.

Fai il quiz ora