Cassinétta di Lugagnano

Indice

comune in provincia di Milano (26 km), 125 m s.m., 3,32 km², 1577 ab. (cassinettesi), patrono: Natività di Maria Vergine (seconda domenica di settembre).

Centro situato sulla sponda occidentale del Naviglio Grande. L'antica origine di Lugagnano è testimoniata dal rinvenimento di resti di epoca romana. Munito di un castello nel Medioevo, appartenne ai Barzi dal sec. XIV al XVII, salvo un breve periodo. Cassinetta fu fondata dal nobile Maffiolo Birago e rimase sempre sotto la giurisdizione di quella famiglia. § Il territorio è noto per la presenza di numerose ville costruite dall'aristocrazia milanese per la villeggiatura sulle sponde del canale. Si ricordano l'imponente villa Castiglione Visconti Maineri, eretta intorno alla metà del sec. XVIII su una cascina, con parco e giardino all'italiana; la villa Krentzlin, con bel giardino; la villa Birago Clari Monzini (sec. XV-XVI, con affreschi ottocenteschi); la villa Trivulzio (sec. XVI). Nella cascina Biraga (sec. XV) si trova un vecchio mulino ad acqua ancora funzionante. § L'economia si basa sull'industria meccanica (macchine utensili), alimentare e tessile. Si coltivano cereali (incluso il riso) e foraggi.

Quiz

Mettiti alla prova!

Testa la tua conoscenza e quella dei tuoi amici.

Fai il quiz ora