Cinisèllo Bàlsamo

Indice

comune in provincia di Milano (12 km), 154 m s.m., 12,70 km², 73.683 ab. secondo una stima del 2007 (cinisellesi e balsamesi), patrono: sant’ Ambrogio (7 dicembre).

Città dell'alta pianura milanese compresa nella cintura ampiamente urbanizzata che si stende a N del capoluogo lombardo. I due abitati di Cinisello e di Balsamo costituirono fino al 1928 due unità distinte, con proprie vicende storiche. Balsamo appartenne all'arcivescovo di Milano (879), alla pieve di Desio, agli Zanatta (1645-1730) e ad Antonio Benzoni; Cinisello fu possesso di Lanfranco della Pila (1091) e dei Manriquez (sec. XVI). § Tra il Seicento e l'Ottocento nel territorio furono costruite numerose dimore aristocratiche, come le ville Ghirlanda (1660, su disegno palladiano; l'ala S è destinata a ospitare il Museo di Fotografia Contemporanea), Arconati, De Ponti, Casati Stampa e il palazzo Confalonieri. La parrocchiale di Sant'Ambrogio ad Nemus, a Cinisello, è un rifacimento settecentesco, mentre la parrocchiale di San Martino, a Balsamo, risale al sec. XX. § La vicinanza con Milano ha favorito la localizzazione di impianti industriali che operano in prevalenza nei settori chimico-farmaceutico, meccanico (impianti per l'industria petrolchimica), grafico-editoriale, fotocinematografico, dell'abbigliamento, dell'arredamento, della lavorazione della gomma e delle materie plastiche. L'agricoltura produce cereali e foraggi per l'allevamento bovino.

Quiz

Mettiti alla prova!

Testa la tua conoscenza e quella dei tuoi amici.

Fai il quiz ora