Corbétta

Indice

comune in provincia di Milano (23 km), 140 m s.m., 18,77 km², 13.735 ab. (corbettesi), patrono: san Vittore (8 maggio).

Centro situato nella pianura alla sinistra del fiume Ticino. Di antica origine, partecipò alle lotte comunali contro gli imperatori Federico Barbarossa e Federico II, che lo distrussero più volte. Alla fine del sec. XIII passò ai Visconti e nel 1275 divenne feudo del loro capitano generale Scarsino di Lanfranco dei Borri. Subì l'assedio e il saccheggio dei lanzichenecchi (1631). Durante la battaglia di Magenta (1859) Corbetta fu l'ultimo avamposto del comando austriaco agli ordini del generale Giulay. § La principale testimonianza artistica è il santuario della Madonna dei Miracoli, rifacimento settecentesco dell'antica chiesa di San Nicolao. Da ricordare anche il palazzo Brentano (sec. XVIII), la collegiata di San Vittore (forme neoclassiche e pronao del 1845) e la casa Pisani Dossi (sec. XV); quest'ultima ospita una ricca collezione, comprendente materiali preromani e romani locali e reperti greco-etruschi. § L'economia si basa sull'industria, attiva nei settori calzaturiero, metallurgico, meccanico, tessile, dell'abbigliamento, della lavorazione del legno e delle materie plastiche. L'agricoltura produce cereali e foraggi per l'allevamento bovino. § La settimana dopo Pasqua si celebra la Festa del Perdono, per ricordare un miracolo che la Madonna avrebbe compiuto nel 1555.

Quiz

Mettiti alla prova!

Testa la tua conoscenza e quella dei tuoi amici.

Fai il quiz ora