Didion, Joan

giornalista e scrittrice americana (Sacramento, California, 1934). Divenuta famosa alla fine degli anni Settanta per il suo stile giornalistico personale e intenso e per i romanzi ellittici e duri, la Didion esprime nella sua narrativa una visione apocalittica, drammatica e senza scampo dell'America, e in particolare della California, irrimediabilmente alla mercé del consumismo e completamente immersa nel più totale vuoto di valori. Ricordiamo, tra i romanzi, Play It as It Lays (1970; Prendila come viene), in cui l'autrice descrive con lucido orrore l'incubo della vita quotidiana a Los Angeles; A Book of Common Prayer (1977; trad. it. Diglielo da parte mia), cronaca amara della vita della madre di un terrorista; Democracy (1984; Democrazia). I romanzi della Didion sono tutti caratterizzati da uno stile secco, da un ironico understatement, da una tonalità talora liturgica e rituale in cui qualche critico ha voluto percepire echi faulkneriani. Nel 2005 ha pubblicato Miami, nel 2006 L'anno del pensiero magico e nel 2011 Blue Nights.

Trovi questo termine anche in:

Quiz

Mettiti alla prova!

Testa la tua conoscenza e quella dei tuoi amici.

Fai il quiz ora