Dong Son

villaggio del Viet Nam, nell'Annam settentrionale, sulla riva destra del fiume Song (provincia di Thanh Hoa), che ha dato il nome, per i rinvenimenti archeologici (1924) qui fatti, a una cultura protostorica indocinese, definita da una produzione in bronzo, sensibilmente caratterizzata da elementi cinesi del tardo Chou e dei primi Han (sec. VII-II a. C.), che diffuse, assieme alla tecnica della lavorazione dei metalli, gli stili decorativi curvilinei in Indocina e nell'Indonesia. La cultura Dong Son costituisce la più antica civiltà dei metalli dell'Asia sudorientale e la sua irradiazione interessò le antiche civiltà di Laos, Cambogia, Siam, Birmania, fino all'Indonesia, dove mutò lo stile monumentale neolitico, giungendo fino ai territori rivieraschi della Nuova Guinea. Nello stile decorativo della cultura Dong Son sono stati individuati motivi ritenuti di derivazione occidentale, dal Caucaso, dalla Russia, da Halstatt, come appare nelle composizioni decorative sui caratteristici grandi tamburi cultuali di bronzo, specie di gong costruito a forma di tamburo (Parigi, Musée Guimet), in alcuni esemplari di asce cerimoniali da Celebes e un po' in tutta la metallistica in particolare e l'artigianato in genere dell'Indonesia.

Quiz

Mettiti alla prova!

Testa la tua conoscenza e quella dei tuoi amici.

Fai il quiz ora