Douglas, Kirk

nome d'arte dell'attore cinematografico statunitense di origine russa Issur Danielovitch Demsky (Amsterdam, New York, 1916- Beverly Hills- 5 febbraio 2020). Proveniente dal teatro (1941) esordì sullo schermo con Lo strano amore di Marta Ivers (1946) e vi si impose in personaggi di arrivista cinico e risoluto (Il grande campione, 1949; L'asso nella manica, 1951). Ma le sue diverse attitudini gli consentirono poi di affrontare varie parti: interpretò Ulisse (1954) e Spartacus (1960); nel 1956 fu Van Gogh in Brama di vivere, nel 1957 l'umano ufficiale-avvocato in Orizzonti di gloria di Kubrick, da lui anche prodotto, forse la sua migliore interpretazione. Tra gli altri numerosi titoli si ricordano Ventimila leghe sotto i mari (1954), Sfida all'O.K. Corral (1957), Sette giorni a maggio (1964), Prima vittoria (1965), Uomini e cobra (1970), Quattro tocchi di campana (1971), I giustizieri del West (1975), Fury (1978), La fuga di Eddie Macon (1983), Due tipi incorreggibili (1986), diretto da J. Kanew e interpretato in coppia con B. Lancaster e Un fidanzato per due figlie (1991) di J. Landis. Premiato nel 1995 con l'Oscar alla carriera, nel 1999 è tornato a recitare in Diamonds, accanto a Lauren Bacall, e nel 2003 ha interpretato Vizio di famiglia di F. Schepisi. Douglas è anche autore di un'autobiografia (Il figlio del venditore di stracci) e di alcuni romanzi, tra cui: Dance with the Devil (1990), The Secret (1992), Last Tango in Brooklyn (1994). Nel 1996 ha vinto il premio Oscar alla carriera. 

Quiz

Mettiti alla prova!

Testa la tua conoscenza e quella dei tuoi amici.

Fai il quiz ora