Fiumalbo

Indice

comune in provincia di Modena (90 km), 953 m s.m., 39,32 km², 1370 ab. (fiumalbini), patrono: san Bartolomeo (24 agosto).

Centro nell'alta valle del torrente Scoltenna. Il borgo fu fortificato da un castello donato, nel 1038, al vescovo di Modena da Bonifacio di Toscana, padre di Matilde di Canossa. Sotto gli Estensi fu costituito in comune autonomo ottenendo diversi privilegi.§ Al centro del paese, che conserva ancora intatta l'architettura medievale, sorge la parrocchiale di San Bartolomeo: sorta nel 1220, ampliata e rinnovata in seguito, conserva bassorilievi duecenteschi di scuola antelamica. Il piccolo oratorio di San Rocco risale al sec. XV.§ Nell'economia spicca il turismo estivo e invernale, con strutture ricettive e sportive. Attiva anche l'agricoltura, con cereali, foraggi e pascoli per l'allevamento di bovini, ovini e suini, la raccolta di legname e la lavorazione del legno.

Quiz

Mettiti alla prova!

Testa la tua conoscenza e quella dei tuoi amici.

Fai il quiz ora