Lama Mocógno

Indice

comune in provincia di Modena (61 km), 842 m s.m., 63,80 km², 3032 ab. (lamesi), patrono: Madonna del Carmine (16 luglio).

Centro situato su una dorsale tra le valli dei fiumi Secchia e Panaro. Il comune, soggetto alla podesteria di Brandola, si sviluppò nei sec. XVI-XVII nella contrada dove si tenevano una fiera annuale e numerosi mercati. Mocogno fu feudo dei conti Pio di Carpi dal 1405.Nella chiesa si conservano dipinti del Cinque-Seicento, arredi dell'epoca e una croce funeraria di Zanobi Strozzi (1456). Nel territorio vi sono corti rurali e resti di torri medievali.§ L'economia si basa su pascoli e foraggi per l'allevamento di bovini da latte e suini, con caseifici (parmigiano reggiano) e produzione di prosciutti; l'industria opera nei settori metalmeccanico e del ferro battuto; sviluppate le attività di sfruttamento dei boschi e la lavorazione del legno. È meta di turismo estivo, escursionistico e invernale con impianti per lo sci alpino e nordico e strutture ricettive e ricreative.

Quiz

Mettiti alla prova!

Testa la tua conoscenza e quella dei tuoi amici.

Fai il quiz ora