Movimiento Nacionalista Revolucionario

(M.N.R.), partito politico boliviano. Fondato nel 1941 da un gruppo di intellettuali reduci dalla guerra del Chaco contro il Paraguay, si collocò in una posizione critica nei confronti dell'oligarchia imperante, cui attribuì la responsabilità dell'arretratezza della Bolivia. All'inizio i suoi dirigenti si ispirarono sia ad alcuni principi del socialismo rivoluzionario, sia a reminiscenze dei fascismi europei. Dopo il 1945 la componente reazionaria fu abbandonata e il Movimiento Nacionalista Revolucionario si batté per una svolta progressista. Sotto la guida di Víctor Paz Estenssoro, Hernán Siles Suazo e Juan Lechín, riuscì a mobilitare gli operai e i contadini Indios. Nel 1951 vinse le elezioni, ma venne privato del successo da una decisione arbitraria delle autorità. Nell'aprile 1952 guidò una rivolta e si insediò al potere. Paz Estenssoro occupò la presidenza della Repubblica. Quale partito di governo, il Movimiento Nacionalista Revolucionario diede al Paese tre importanti riforme: l'inserimento degli Indios nel corpo elettorale, la nazionalizzazione delle miniere dello stagno e la riforma agraria. Scalzato dal potere con un colpo di stato (1964), il Movimiento Nacionalista Revolucionario tornò alla guida della Bolivia nel 1985 con la presidenza del suo leader storico Paz Estenssoro, ma nelle elezioni del 1989 il suo candidato fu sconfitto. Pur conquistando la maggioranza relativa, il Movimiento Nacionalista Revolucionario era relegato ai margini della politica boliviana per il formarsi di un'inedita coalizione tra il Movimiento de la Izquierda Revolucionaria (M.I.R.) e il partito di destra Acción Democrática Nacionalista (A.D.N.). Questa maggioranza, tuttavia, non riusciva ad affrontare in modo adeguato i problemi del Paese, in particolare quello del narcotraffico, sul quale, anzi, emergevano anche complicità. Nelle consultazioni del 1993 il Movimiento Nacionalista Revolucionario poteva così riconquistare facilmente la maggioranza ed eleggere come nuovo presidente Gonzalo Sánchez de Lozada. Coinvolto nel 1996 in uno scandalo finanziario – numerosi suoi deputati erano costretti alle dimissioni – nelle elezioni presidenziali dell'anno successivo il Movimiento Nacionalista Revolucionario vedeva il suo candidato Juan Carlos Durán sconfitto dall'ex dittatore Hugo Bánzer, dell'A.D.N.

Quiz

Mettiti alla prova!

Testa la tua conoscenza e quella dei tuoi amici.

Fai il quiz ora