NDB

sigla dell'inglese Non Directional Beacon (radiofaro non direzionale), emittente omnidirezionale di segnali radio che irradia onde portanti in media o alta frequenza, a intervalli regolari, modulate con il codice Morse in corrispondenza a due o tre lettere di identificazione. Il loro impiego normale è la localizzazione di punti salienti della navigazione per cui vengono usati di norma in avvicinamento (homing). In navigazione aerea, sui radiofari NDB è basato un tipo di avvicinamento strumentale che prevede, dalla verticale della stazione, un tratto di allontanamento su una rotta divergente dal reciproco della rotta di avvicinamento finale di una quantità ricavata dalla formula 36/2T (T è il tempo di allontanamento in minuti), in modo da realizzare uno scostamento tale che, effettuando la virata di rientro, in senso opposto alla divergenza iniziale, con rateo standard (3º/s) si pervenga sulla rotta di avvicinamento finale circa un minuto prima del sorvolo del radiofaro e cioè con un tempo sufficiente a stabilizzarsi bene in rotta e in quota. Sorvolando il radiofaro sulla rotta di avvicinamento finale si inizia la discesa a rateo costante di ca. 150 m/min fino a raggiungere il contatto visivo con il suolo prima del limite di separazione dagli ostacoli, che con questo tipo di procedura non è mai più basso di ca. 3000 m dal suolo. Con pendenze di avvicinamento di ca. 3º e quote di inizio discesa comprese fra i 4500 m e i 6000 m sul livello della pista, nel tratto di avvicinamento, i radiofari NDB sono posti fra le 4 e le 5 miglia (ca. 8 km) dalla soglia della pista servita.

Quiz

Mettiti alla prova!

Testa la tua conoscenza e quella dei tuoi amici.

Fai il quiz ora