Nerviano

Indice

comune in provincia di Milano (20 km), 175 m s.m., 13,48 km², 16.810 ab. (nervianesi), patrono: san Fermo (16 agosto).

Centro situato sulle rive del fiume Olona. Di antica origine, nel Medioevo fu sede di una pieve, da cui dipendevano anche Rho e Saronno. Fu borgo di una certa importanza con un attivo mercato, soppresso nel 1305 dai Torriani di Milano che saccheggiarono l'abitato. Distrutto varie volte durante le lotte comunali, fu infeudato ai Fossati (1650), passando poi ai Crivelli (1669) e ai Po (1697).§ Nei pressi dell'Olona si distinguono la settecentesca villa Caccia-Dominioni e il palazzo Lampugnani. La villa Crivelli Caimi Belloni (1620), conserva gli interni dell'epoca, con soffitti a cassettoni dipinti. Notevole il monastero degli Olivetani, costruito a partire dal 1469 e parzialmente restaurato negli anni Settanta del Novecento. Sono state sottoposte a restauro, inoltre, la chiesa dedicata all'Annunciata (detta anche “la Rotondina”), eretta nel 1680-81 da G. Quadrio, e la chiesa secentesca del Lazzaretto. L'attuale parrocchiale risale al 1841: conserva dipinti di G. G. Lampugnani e S. M. Legnani.§ L'economia si basa sull'industria, attiva nei settori tessile, chimico, meccanico, calzaturiero, dell'abbigliamento, della lavorazione della gomma e delle materie plastiche. Si coltivano mais e foraggi per l'allevamento bovino.

Quiz

Mettiti alla prova!

Testa la tua conoscenza e quella dei tuoi amici.

Fai il quiz ora