Rivergaro

Indice

comune in provincia di Piacenza (18 km), 140 m s.m., 43,77 km², 5507 ab. (rivergaresi), patrono: sant’ Agata (5 febbraio).

Centro sito alla destra della bassa val Trebbia. Nel territorio si rinvennero materiale di epoca romana e una tomba barbarica. Nel Medioevo il paese fu spesso conteso tra guelfi e ghibellini e tra nobili e popolari; fu poi dei Malaspina e dei Pallavicino, mentre il castello di Montechiaro appartenne agli Anguissola.§ Su un colle che domina la piazza centrale è il santuario della Madonna del Castello, che prende nome da un fortilizio distrutto nel 1495 da Carlo VIII; all'esterno conserva parti originarie romaniche. Al sec. XVI risale la chiesetta di San Rocco. La parrocchiale di Sant'Agata è una ricostruzione neoclassica (1813), come il palazzo Anguissola-Scotti. A Montechiaro resta il castello medievale, con doppia cinta muraria e torrione interno quadrato e merlato.§ Rivergaro è rinomata per la produzione di pregiati vini DOC; l'agricoltura produce inoltre pomodori, ortaggi, frutta, foraggi per l'allevamento di bovini da latte, ed è affiancata da industrie chimiche, poligrafiche, di prodotti lattiero-caseari, di serramenti e infissi, di calcestruzzi e manufatti in cemento.

Quiz

Mettiti alla prova!

Testa la tua conoscenza e quella dei tuoi amici.

Fai il quiz ora