Sala Baganza

Indice

comune in provincia di Parma (15 km), 162 m s.m., 30,91 km², 4616 ab. (salesi), patrono: san Lorenzo (10 agosto).

Centro situato alla sinistra del torrente Baganza. Possesso nel Medioevo della Chiesa di Parma, nel sec. XIII divenne feudo di Gherardo de' Franceschi e dal 1258 dei Sanvitale, cui rimase fino al 1612 quando venne confiscato da Ranuccio I Farnese. § La rocca, costruita nel 1477 e restaurata nel sec. XVII come residenza estiva dei Farnese, conserva numerose sale con affreschi (sec. XVI-XVIII) attribuiti a Bernardino Campi, Cesare Baglione e Sebastiano Galeotti. In località Talignano si trova un'antica pieve che, eretta intorno al Duecento, era annessa a un ospizio per i pellegrini che percorrevano la via Francigena; restaurata nel primo Novecento, conserva le originarie linee romaniche, due catini marmorei medievali e frammenti di affreschi del sec. XV. Nel Parco Regionale dei Boschi di Carrega (con faggete secolari), meta di escursioni naturalistiche, si trova anche il “Casino” della duchessa Maria Amalia (sec. XVIII). § L'economia si basa in parte sull'agricoltura con cereali, pomodori, uva, frutta e foraggi per l'allevamento bovino e suino integrati con i caseifici, in parte sull'industria, che è attiva nei settori alimentare (lavorazione di salumi e stagionatura di prosciutti), meccanico (macchine utensili, medicali e per l'industria alimentare), tessile, elettrotecnico, chimico, delle resine, dell'arredamento, di serramenti e infissi, dell'abbigliamento, di pelletterie e accessori.

Quiz

Mettiti alla prova!

Testa la tua conoscenza e quella dei tuoi amici.

Fai il quiz ora