Zoderer, Joseph

scrittore italiano di lingua tedesca (Merano 1935). Dopo aver trascorso l'infanzia in Italia, si è trasferito nel 1940 in Austria, dove successivamente ha lavorato come giornalista. Nelle sue opere ha spesso rappresentato il conflitto tra cultura italiana e tedesca nelle zone dell'Alto Adige. Emblematico in proposito è il romanzo L’italiana (1982), che narra la vicenda di una donna, Olga, assalita da una crisi d'identità "etnica", scatenata dalla coesistenza di due affetti: quello per il padre nazionalista tirolese e quello per il marito meridionale. Anche in Lontano (1984) torna il tema del contrasto insanabile tra diversità culturali nelle zone di frontiera. Dopo La felicità di lavarsi le mani (1987) Zoderer ha pubblicato Il silenzio dell’acqua sotto il ghiaccio (1989) e La notte della grande tartaruga (1996), romanzo ambientato in Messico con riferimenti alla letteratura beat, nel quale però il tema del viaggio, oltre a rappresentare un bisognodi evasione, si manifesta angosciosamente come paura dell'ignoto. Nel 2005 ha pubblicato Dolore di cambiare pelle.

Quiz

Mettiti alla prova!

Testa la tua conoscenza e quella dei tuoi amici.

Fai il quiz ora