adulto

agg. e sm. [sec. XIV; dal latino adūltus]. Propr. si dice di persona che ha superato la fase evolutiva dell'adolescenza, raggiungendo il completo sviluppo fisico e psichico. Per estensione, anche di animali e piante che hanno raggiunto lo stadio definitivo del loro sviluppo. Fig.: “Tempo di piena, adulta ... civiltà” (Leopardi). § La psicologia definisce con età adulta il periodo di vita, tra l'adolescenza e l'età senile, in cui tutte le funzioni psichiche hanno raggiunto la piena maturità e non è ancora iniziato il loro deterioramento. Viene posta tra i 18-21 e i 60-65 anni. Tale limite cronologico è però del tutto indicativo, avendosi notevoli variazioni interindividuali e intraindividuali nella maturazione delle singole funzioni mentali e nel loro deteriorarsi. Per il concetto di adulto nel diritto, vedi età.

Quiz

Mettiti alla prova!

Testa la tua conoscenza e quella dei tuoi amici.

Fai il quiz ora