antibloccàggio

agg e sm. inv. [anti-2+bloccaggio]. Detto di dispositivo, facente parte integrante dell'impianto frenante degli autoveicoli, che ha il compito di impedire il bloccaggio di una o più ruote durante le frenate brusche di emergenza o su fondi con scarsa aderenza. Tale dispositivo agisce diminuendo la forza frenante su quelle ruote che, durante la frenata, hanno minor aderenza, in modo che non si verifichi mai il loro bloccaggio. L'importanza di tale dispositivo è notevole in quanto il bloccaggio delle ruote non solo comporta spazi di frenata maggiori ma, se si verifica sulle ruote anteriori, sottrae il veicolo al controllo dello sterzo compromettendone la traiettoria; se interessa le ruote posteriori, fa sbandare la vettura ora a destra ora a sinistra innescando il fenomeno dello snake (scodamento). In generale, il sistema è costituito da un dispositivo di controllo elettronico associato a un circuito idraulico, formato da elettrovalvole a più vie (una per ogni ruota) e collegato con l'impianto frenante in maniera tale che, a sistema disinserito per avaria o altro, lasci inalterato l'impianto stesso per garantirne il funzionamento. Tra i tipi più noti e usati vi sono i sistemi antibloccaggio ABS, il più diffuso, ALB, ASBS e antiskid.

Quiz

Mettiti alla prova!

Testa la tua conoscenza e quella dei tuoi amici.

Fai il quiz ora