atìpico

agg. (pl. m. -ci) [da a- privativo+tipico]. Non tipico, al di fuori della norma generale. § In medicina: cellula atipica è una cellula con caratteristiche morfologiche e strutturali diverse da quelle delle altre, spesso proprie delle cellule neoplastiche: la diversità può riguardare la funzionalità, anomalie di forma, la grandezza del nucleo e la sua forma, e il suo rapporto volumetrico col citoplasma, la frequenza delle mitosi. § In diritto, contratto atipico, contratto non espressamente disciplinato dalla legge. Può essere concluso in forza dell'autonomia contrattuale dei contraenti, ma è valido solo se diretto a regolare interessi meritevoli di tutela giuridica, in conformità ai principi fondamentali del diritto (Codice Civile, art. 1322). § In archeologia, si indicano con l'espressione materiale atipico gli oggetti (per esempio, frammenti ceramici) che non presentano caratteristiche particolari e sono quindi difficilmente classificabili.

Quiz

Mettiti alla prova!

Testa la tua conoscenza e quella dei tuoi amici.

Fai il quiz ora