blanquismo

sm. [sec. XIX; dal nome di L. A. Blanqui]. Corrente rivoluzionaria sviluppatasi nel sec. XIX e ispirata al pensiero e all'azione di L. A. Blanqui. Erede delle esperienze cospiratorie di F. Buonarroti e della Carboneria, maturato nel clima barricadiero del 1848, il blanquismo mira alla presa del potere da parte del proletariato attraverso un colpo di stato violento, operato da ristrette élites rivoluzionarie perfettamente addestrate. La rivoluzione è intesa quindi come un problema essenzialmente tecnico di conquista della “macchina statale”, indipendente dal grado di preparazione e maturazione politica delle masse destinate ad assumere il potere. Da qui le accuse di verticismo e di immaturità nella strategia politica, mosse poi contro il blanquismo dai seguaci del marxismo-leninismo.

Quiz

Mettiti alla prova!

Testa la tua conoscenza e quella dei tuoi amici.

Fai il quiz ora