dódici

Indice

agg. num. inv. [sec. XIII; latino duodĕcim].

1) Numero cardinale, formato da una decina più due unità, che nella serie numerica segue l'undici e precede il tredici (rappresentato da 12 nella numerazione araba e da XII nella numerazione romana). In particolare, ore dodici, mezzogiorno o mezzanotte, usato anche come sf. pl.: suonare le dodici.

2) Con valore di numero ordinale, dodicesimo: anno dodici dopo Cristo.

3) Come sm., il numero dodici: il tre nel dodici sta quattro volte, lo sconto del dodici per cento, il dodici del mese; al pl., gruppo formato da dodici persone; per antonomasia, i Dodici, gli apostoli di Gesù. Far dodici al totocalcio, vincere al concorso dei pronostici sportivi, per aver indovinato dodici risultati.

4) Legge delle Dodici Tavole, raccolta di norme giurisprudenziali di epoca romana.

5) Anticamente, agg. e sm. pl., nome di alcune magistrature italiane. § Il numero dodici è considerato sacro soprattutto nelle civiltà indeuropee e semitiche: per esempio, i dodici Āditya nella religione vedica; i “dodici dei” in quella greca; i dodici flamini minori e i dodici Arvali nella religione romana. In area di civiltà semitica la sacralità del dodici è in relazione con i dodici mesi dell'anno. Ancora nel folclore europeo attuale il dodici conserva carattere sacro: dai dodici giorni precedenti o successivi al Natale si traggono presagi per l'anno nuovo. § Cima dodici, nella toponomastica alpina, nome che assume una cima sulla cui verticale, da un determinato punto di riferimento della valle, il sole appare a mezzogiorno, in qualsiasi stagione dell'anno. Analogamente: Cima Nove, Cima Undici, ecc. Le più note sono la Cima Dodici (2341 m) tra l'Altopiano di Asiago e la Valsugana, e la Cima Dodici (3094 m) del Cadore; poco a NE di quest'ultima si trova la Cima Undici (3092 m). § Nella vela, dodici metri, classe internazionale di imbarcazioni da regata armate a sloop e rispondenti a una particolare formula di stazza. Hanno lunghezza fuori tutto pari a 18÷21 m e superficie velica di ca. 180 m². § In ambito automobilistico, dodici ore, tipica gara motoristica, specie per autovetture, che consiste nella permanenza in gara per 12 ore consecutive durante le quali due piloti si alternano alla guida; vince l'equipaggio che al termine ha percorso la distanza maggiore. Celebri sono le “12 ore” di Daytona e Sebring, negli USA.

Quiz

Mettiti alla prova!

Testa la tua conoscenza e quella dei tuoi amici.

Fai il quiz ora