disidròsi

sf. [sec. XIX; da dis-+greco hídrōsis, sudore]. Dermatosi caratterizzata da bolle a contenuto limpido, senza base eritematosa, che si localizzano nelle pieghe interdigitali, nelle regioni palmare delle mani e plantare dei piedi e si riassorbono spontaneamente dopo qualche giorno. All'eruzione vescicolo-bollosa può seguire la desquamazione e la fissurazione. Le lesioni si accompagnano di solito a bruciore e intenso prurito, durano circa 15 giorni e recidivano frequentemente. Le cause sono sconosciute anche se si ritiene possano essere legate a infezioni micotiche o batteriche o a meccanismi allergici.

Quiz

Mettiti alla prova!

Testa la tua conoscenza e quella dei tuoi amici.

Fai il quiz ora