grondàia

sf. [sec. XIV; da gronda]. Canale di raccolta delle acque meteoriche provenienti dalla falda del tetto, realizzato in lamiera zincata, piombo, alluminio, rame, o direttamente ricavato nel getto in calcestruzzo del cordolo di coronamento della struttura. Ha sezione circolare o trapezoidale ed è collegata a doccioni o tubi pluviali per lo smaltimento delle acque. La linea direttrice della grondaia è di norma inclinata verso l'orifizio di uno scarico secondo una pendenza di 5 mm per metro ed è munita di uno scarico di troppo pieno che entra in funzione nel caso di ostruzione del pluviale.

Quiz

Mettiti alla prova!

Testa la tua conoscenza e quella dei tuoi amici.

Fai il quiz ora