ludo

Indice

sm. [sec. XIII; dal latino ludus, gioco].

1) Gara, spettacolo. In particolare, usato al pl., i giochi rituali dell'antica Roma. Per estensione, le attuali gare sportive di una certa solennità: ludi olimpici.

2) Ant. e lett., gioco.§ I ludi consistevano sostanzialmente in corse di carri, in finti combattimenti e in finte cacce (combattimenti con belve): erano una forma spettacolare dell'arte militare. A partire dal sec. III a. C., a questo genere di ludi (detti circensi, in quanto si svolgevano in un circo) si aggiunsero, per influsso degli spettacoli rituali greci, le rappresentazioni teatrali, dette ludi scenici. Si può distinguere tra ludi periodici, eseguiti annualmente a una data fissa, e ludi occasionali, celebrati in seguito a un voto solenne pronunciato da un magistrato per ottenere l'aiuto divino. Tuttavia anche i ludi periodici avevano un'origine votiva, secondo la tradizione. Nel campo del culto privato si potevano organizzare ludi funerari, destinati a far parte delle onoranze di un morto. In epoca tarda non c'era quasi festività che non contemplasse una celebrazione di ludi. Per l'arcaicità e per l'importanza si distinguevano sei celebrazioni: i ludi romani (o magni), i ludi plebei, i ludi ceriali, i ludi megalesi, i ludi florali e i ludi apollinari. I ludi romani, eseguiti in settembre in onore di Giove, erano stati, per la tradizione, istituiti da Tarquinio Prisco; a essi si contrapposero i ludi plebei, celebrati in novembre, una manifestazione di parte plebea che ricalcò pedissequamente lo schema dei ludi romani, appartenenti all'ufficialità patrizia. L'inverso avveniva nel mese di aprile: qui i plebei ebbero una loro festa originaria nei ludi ceriali, mentre i patrizi introdussero, in concorrenza con questi, i ludi megalesi nel 204 a. C.; i ceriali erano dedicati a Cerere, dea messa in connessione con la plebe, i megalesi alla Megale Mater (Magna Mater) Cibele il cui culto fu introdotto in Roma nell'ambiente patrizio. Fu nei ludi megalesi che per la prima volta si diedero spettacoli teatrali. I ludi florali, dedicati alla dea Flora, si celebravano dal 28 aprile al 3 maggio; i ludi apollinari, eseguiti in luglio in onore di Apollo, furono istituiti nel 212 a. C. Tutti questi ludi, esclusi gli apollinari di pertinenza del pretore urbano, venivano organizzati a cura degli edili.

Quiz

Mettiti alla prova!

Testa la tua conoscenza e quella dei tuoi amici.

Fai il quiz ora