mànico

Indice

sm. (pl. -ci o -chi) [sec. XIV; latino volg. *manícum, da manus-us, mano].

1) Parte per lo più sporgente di un recipiente, un utensile, uno strumento, ecc., che serve per afferrarlo, sollevarlo o adoperarlo: il manico della scopa; il manico della tazzina. Per estensione, impugnatura: il manico della spada, del remo. Fig., avere il coltello per il manico, essere padrone della situazione; il difetto è o sta nel manico, la colpa è di chi dirige; prendere una cosa per il manico, per il giusto verso; ciurlare nel manico, familiare, sottrarsi con rinvii e scuse a un impegno. In particolare, negli strumenti ad arco e in molte varietà di strumenti a pizzico, parte sporgente superiormente dalla cassa, a un'estremità della quale sono fissate, mediante piroli infissi nel cavigliere, le corde. Sulla parte superiore del manico (tastiera) poggia la mano sinistra dell'esecutore che, mediante pressione delle dita, regola la lunghezza della parte vibrante delle corde.

2) In topologia, superficie topologicamente equivalente alla superficie di una ciambella, a toro, nella quale sia praticato un foro. Una superficie chiusa qualsiasi orientabile è topologicamente equivalente a una sfera con n manici (detta anche ciambella con n buchi) che si ottiene praticando n fori in una sfera e saldandovi gli n manici.

Quiz

Mettiti alla prova!

Testa la tua conoscenza e quella dei tuoi amici.

Fai il quiz ora