mandolino

sm. [sec. XVII; dim. di mandola]. Strumento musicale a plettro diffuso in Italia a partire dal Cinquecento. Derivato dalla mandola, se ne differenzia per le più limitate proporzioni, per la cassa più convessa, per il cavigliere piatto . Se ne distinguono due tipi principali: il napoletano e il milanese. Il primo, più diffuso, ha quattro corde doppie, accordate come quelle del violino; il secondo ha cinque o sei corde doppie, ma la stessa estensione del primo. Pur essendo uno strumento essenzialmente popolare, il mandolino è stato spesso utilizzato nell'ambito della musica d'arte; tra gli altri, da Vivaldi (che gli dedicò tre concerti), Mozart (nel Don Giovanni), Beethoven (3 composizioni per mandolino e pianoforte), Verdi (nell'Otello), Mahler, Schönberg, Casella.

Quiz

Mettiti alla prova!

Testa la tua conoscenza e quella dei tuoi amici.

Fai il quiz ora