medicine-man

loc. inglese (da medicine, medicina, stregoneria e man, uomo), usata in italiano come sm. Termine introdotto dall'etnologia anglosassone per indicare un tipo particolare di operatore sacrale presso le popolazioni primitive: il “guaritore”. Il termine traduce una espressione degli indigeni nordamericani che nasce dalla concezione della “medicina” come di una “forza guaritrice” che può trovarsi in certe sostanze, ma anche in certi riti (per esempio, la “danza della medicina”), in certe associazioni cultuali (per esempio, le “logge della medicina”) e infine in certi uomini detti appunto “uomini della medicina” o medicine-men. In questa concezione, la “medicina” non è soltanto tale in funzione delle malattie, ma è anche un generico “rimedio” contro ogni genere di crisi.

Quiz

Mettiti alla prova!

Testa la tua conoscenza e quella dei tuoi amici.

Fai il quiz ora