paréte

Indice

sf. [sec. XIII; latino paríes-iĕtis].

1) Elemento o struttura muraria, generalmente lastra, piana o curva, che delimita verticalmente un ambiente o uno spazio; nell'uso com., la superficie interna della struttura: ha fatto imbiancare le pareti; fig.: rifugiarsi tra le pareti domestiche, in casa, nell'intimità della famiglia.

2) Per estensione, qualsiasi struttura che delimita un oggetto, uno spazio, una cavità e simili: le pareti della grotta erano ricoperte di muffa. In particolare: A) in anatomia, la superficie interna o esterna di un organo o di una cavità (parete addominale, parete dello stomaco, ecc.). B) In botanica, parete cellulare, strato di materiale solido e rigido che viene a circondare esternamente la membrana cellulare (o plasmalemma) e che conferisce alla cellula vegetale le caratteristiche di indeformabilità e di rigidità che le sono proprie. Le cellule vegetali sono prive di parete cellulare solo in rari casi, come per esempio in alcune forme mobili di Alghe flagellate, o in vari Mixomiceti e Chitridiomiceti, o in alcuni gameti delle piante superiori.

3) Fig., ostacolo, elemento di divisione: una parete di incomprensione.

4) Nell'alpinismo, versante scosceso, quasi verticale, di un monte o ghiacciaio: la parete nord del Cervino.

5) Nella pesca, nome generico di alcune parti delle reti in vari sistemi di pesca. Nella caccia, altro nome del paretaio.

Quiz

Mettiti alla prova!

Testa la tua conoscenza e quella dei tuoi amici.

Fai il quiz ora