rivétto

Indice

sm. [sec. XIX; dal francese rivet, da river, attaccare, da rive, riva, orlo].

1) Regionale, orlo, bordo.

2) Ribattino piccolo e leggero, per lo più in lamierino dolce, con gambo forato.

3) Rivetto a strappo, elemento di giunzione, largamente usato anche nella produzione di serie per la facilità di applicazione e la sicurezza dei risultati. È costituito da un cilindretto cavo, munito di testa bombata (che può essere di rame, alluminio, acciaio dolce zincato o inossidabile) e forato al centro. Nel foro è infilata una spina di acciaio, che sporge di alcuni centimetri dalla parte della testa, mentre dalla parte opposta termina con un ingrossamento sferico, unito al corpo della spina da un tratto a sezione ridotta. Dopo aver avvicinato le parti da unire, preventivamente forate, e allineato i fori, vi si infila il rivetto, esercitando sulla sua spina una forte trazione mediante la rivettatrice. L'estremità sferica della spina penetra nella parte del corpo cavo che sporge oltre i pezzi da unire, e la deforma, ingrossandola, costituendo così la seconda testa del rivetto. Continuando la trazione, poiché la testa sferica non può più avanzare, la spina si rompe nel punto di sezione ridotta, e viene estratta; la testa invece resta nel rivetto. È possibile anche eseguire collegamenti su pezzi (per esempio tubi) che non consentono l'accesso per la formazione della seconda testa su di un rivetto tradizionale.

Quiz

Mettiti alla prova!

Testa la tua conoscenza e quella dei tuoi amici.

Fai il quiz ora