suovetaurìlia

s. neutro pl. latino usato in italiano come sm. (da sus, maiale; ovis, pecora; taurus, toro). Sacrificio solenne presso gli antichi Romani per il quale si adoperavano tutte le specie di vittime sacrificali: un suino, un ovino e un bovino. La varietà delle specie indica una globalità d'ordine cosmico e pure un'azione cosmicizzante (quasi una definizione dello spazio) era quella di far compiere un giro alle tre vittime, il maiale, il montone e il toro, prima del sacrificio suovetaurile, che aveva luogo in maggio nella cerimonia detta ambarvalia. Numerose sono nei rilievi dei monumenti onorari e trionfali di età romana le raffigurazioni di suovetauerilia alla presenza dei magistrati o dell'imperatore (per esempio nella cosiddetta ara di Domizio Enobarbo).

Quiz

Mettiti alla prova!

Testa la tua conoscenza e quella dei tuoi amici.

Fai il quiz ora