taratùra

Indice

sf. [sec. XIX; da tarare].

1) In metrologia, operazione effettuata su strumenti di misura, detti appunto strumenti tarati, che consiste nell'assegnare a ogni graduazione della scala di lettura il valore corrispondente della grandezza che si intende misurare. Nel linguaggio corrente è detta taratura anche l'operazione, chiamata più correttamente azzeramento, consistente nel regolare uno strumento in modo che risulti individuata senza errore la posizione iniziale, corrispondente allo zero della scala dello strumento stesso. Solitamente tale operazione corrisponde alla corretta precarica di una molla che agisce sull'organo mobile dello strumento stesso.

2) In psicologia, taratura di un test, operazione detta anche standardizzazione, consistente nel sottoporre un test mentale a campioni rappresentativi della popolazione, scelti in base a criteri prefissati (per esempio età, sesso, classe sociale ecc.). Sulla base di tali somministrazioni si possono così ottenere scale differenziate secondo i gruppi presi in esame.

Quiz

Mettiti alla prova!

Testa la tua conoscenza e quella dei tuoi amici.

Fai il quiz ora